COMUNITÀ PASTORALE SAN FERMO

Nerviano

Menu

C.P. San Fermo

Nerviano

Menu

C.P. San Fermo

Nerviano

Menu

Caritas Ambrosiana

La Caritas è un organismo pastorale al servizio della comunità ed in collaborazione con la Diocesi, al fine di testimoniare e promuovere la carità verso gli ultimi.

Per operare questo la Caritas parrocchiale si avvale di volontari per:

  • Parrocchia Santo Stefano: Centro di Ascolto presso il Centro Cattolico dalle 15.00 – 17.00 il 1° e 3° venerdì del mese
  • Parrocchia MMdC: Centro di Ascolto presso Aula S. Paolo sul Sagrato della Chiesa dalle 14.30 – 16.00 il tutti i venerdì del mese
  • Parrocchia Sant’Ilario e San Francesco: Oratorio Edith Stein, Sant’Ilario. Lunedì dalle 14.30 alle 16.30 e venerdì dalle 10.00 alle 14.00
  • Collaborazione con il SILOE (Servizi Integrati Lavoro Orientamento Educazione) e SAI (Servizio Accoglienza Immigrati) siti in Milano
  • Distribuzione alimenti con cadenza mensile, in collaborazione con il Banco Alimentare e aziende sul territorio nervianese (Leonardo, NMS Group, Coop di Parabiago e Scuola dell’Infanzia di viale Villoresi)
  • Raccolte periodiche in chiesa parrocchiale di generi vari
  • Servizio di distribuzione e ritiro abbigliamento vario (attualmente questo servizio è sospeso causa covid-19)

Tutto questo in collaborazione con la Caritas Decanale attraverso incontri mensili di aggiornamento e coordinamento.


 

Caritas Giovani

L’emergenza sanitaria ha fatto saltare ogni schema, ha messo in difficoltà molti, aggravando anche situazioni di disagio materiale e morale. Per noi ha assunto però anche un significato speciale e positivo: diversi ragazzi e giovani della nostra comunità si sono resi disponibili per aiutare Caritas e GVV (Gruppo di Volontariato Vincenziano) nelle attività di distribuzione delle borse alimentari alle famiglie più bisognose. In sicurezza e con grande gioia, nei mesi di maggio-luglio, questi giovani hanno donato tempo e vita a servizio di chi è in difficoltà sul nostro territorio.

Dopo la “pausa estiva”, sentiti i giovani volontari, l’esperienza continua e riprende con un grande entusiasmo da una parte e dall’altra con una grande serietà ed attenzione ai fratelli che oggi sono in difficoltà. L’idea, condivisa ed incoraggiata anche dal nostro prevosto don Claudio Maria, è fare rete con i nuclei assistiti così da permettere uno scambio di relazione tra utenti e giovani, arricchente per tutti, per “raccontare” ancora una volta che quanto è dato con amore è ricevuto tanto di più (cfr. Mt 19, 29). Insieme al Papa, anche noi

«sogniamo come un’unica umanità, come viandanti fatti della stessa carne umana, come figli di questa stessa terra che ospita tutti noi, ciascuno con la ricchezza della sua fede o delle sue convinzioni, ciascuno con la propria voce, tutti fratelli!» (Papa Francesco, Fratelli tutti, n.8).

I giovani della nostra comunità altro non hanno se non il desiderio di fare esperienza nella carne, a servizio degli ultimi, che la vita la ottengo (solo) quando la dono!

Silvia, Giovanni e don Marco S.

X